Momenti in movimento. Ritagli d’Abruzzo


    Letture 5262

Le storie cittadine abruzzesi costituiscono un laboratorio ricco di spunti per riflettere sull’attenzione che tra ’500 e ’600 l’erudizione locale ha rivolto al mito fondativo, legando la storia delle origini ai protagonisti e alle vicende del presente. Sin dal Medioevo, questa pratica ha rappresentato un capitolo fondamentale per la costruzione dell’identità collettiva e ha costituito spesso “il distintivo della sua immagine, più che un elemento della sua storia“. L’identità sfuggente dell’Abruzzo è dovuta alla sua conformazione policentrica, in cui ogni città ha difeso il suo peso politico, la sua presenza sul territorio e nel Regno, la volontà e anche la necessità di autocelebrarsi ha  spinto l’erudizione locale a recuperare tradizioni antiche, poi a rimodularle, approfondirle e infine depositarle nella memoria collettiva. 

Di Cristina Ciccarelli tratto da “Miti di fondazione nelle storie cittadine abruzzesi”


Discover the heart of Italy – Abruzzo

Wild Abruzzo: la Regione dei Lupi

Lupi a caccia di cervi nell’innevato Parco …

Abruzzo cinghiali e cane da pecora abruzzese

Spettacolare, Vasto come non l’avete mai vista

La Transumanza dei pastori d’Abruzzo

In viaggio sulla Transiberiana d’Italia

Un drone sull’Abruzzo – Icaro Droni

I 10 borghi piu’ belli d’Abruzzo

Il Santuario di San Gabriele

   

** Questa pagina è in continuo aggiornamento


Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!



PROSSIMA APERTURA