Buon Compleanno Alba Adriatica

bibiana Buon Compleanno Alba Adriatica

Musica, fuochi pirotecnici sulla spiaggia e una novità, rappresenta dalla caccia al tesoro. Sono i momenti salienti di “Buon compleanno Alba” manifestazione promossa dall’associazione Albamici, per celebrare la nascita del Comune costiero (nel 1956), in programma il 14 luglio. La quarta edizione della manifestazione si aprirà con una nuova iniziativa, rappresenta dalla caccia al tesoro, che interesserà l’intero territorio.

 
alba Buon Compleanno Alba Adriatica
 

Al gioco possono partecipare tutti (ogni squadra dovrà essere composta da 5 persone). L’iscrizione, che dovrà essere presentata all’ufficio Iat (Rotonda Nilo) entro le ore 10 del 14 luglio, è di 25 euro per squadra, mentre il premio (quello minimo è di 200 euro equivalenti) potrebbero crescere in base alle iscrizioni. In serata, invece, sono previsti un concerto alle 21 nella piazzetta antistante via Abruzzo (gruppo Fratelli d’Italia), l’estrazione della lotteria e i fuochi d’artificio, previsti dopo la mezzanotte nella zona di arenile antistante l’Hotel Excelsior. L’evento è stato promosso con il patrocinio dell’amministrazione comunale e l’assessorato al turismo. “ L’amministrazione comunale” spiega l’assessore al turismo Pierluigi Marziale, “ ritenendola una manifestazione seguita e apprezzata, ha voluto di nuovo sostenerla. Si tratta, però, di una data da non banalizzare e che favorisce qualche riflessione. Personalmente non amo definirla una festa ma una celebrazione di ricorrenza. A distanza di tanti anni, le legittime aspirazioni di quel tempo degli abitanti di Tortoreto Stazione, e le motivazioni che li spinsero a battersi per ottenere la costituzione di un Comune autonomo, oggi sono venute meno”. Marziale, nella sua analisi, sottolinea invece le forti analogie delle due località: Alba Adriatica, nata 55 anni fa, e Tortoreto. “ Sono due importanti realtà economiche, località balneari di eccellenza” chiosa l’assessore al turismo. “ Per affrontare le sfide del futuro, e per essere competitivi, occorre unire le forze (qualcosa negli ultimi tempi è stato fatto, ndr) e perseguire gli stessi obiettivi, a cominciare dalla predisposizione di una calendario di eventi concordato, in modo che le proposte migliori non si sovrappongano, uniformare gli orari musicali e le modalità di utilizzo della sosta e promuovere il territorio nella sua globalità”.

 
CityRumors.it
 
 
 
Commenta su Facebook