• EnoGastronomia

    La panarda, storia di un antico sapore

    Introduzione di Francesco Marchegiani -Magnificahotel.it Cos’è La Panarda La Panarda è una tradizione della cucina abruzzese, che si fonda su una storia ricca di piatti di mare e di terra, frutto di un territorio variegato dalle mille sfaccettature. Il suo bagaglio è ricco di ricette, storie e sapori colmi di ingredienti, tra cui il calore della sua gente da cui prende origine la tradizione delle “Panarde”. Questa tradizione si presenta come una vera e propria ...

  • EnoGastronomia

    La patata in Abruzzo

    Conosciuta da più di 2000 anni come patata di Avezzano, la varietà è tra le più pregiate d’Italia poichè coltivata nei terreni fertili della Valle del Fucino, ai piedi del Parco Nazionale d'Abruzzo, 16000 ettari di terreno ricavato dalla bonifica del lago nel 1875 dal principe Alessandro Torlonia. La piana del Fucino possiede elevata capacità idrica e suoli freschi, grazie alla risalita capillare della sottostante falda freatica. L’agricoltura è di ...

  • EnoGastronomia,  Storia Cultura Tradizioni

    La tradizione nella cucina Teramana

    La gastronomia teramana è sorprendentemente ricca e varia e trae da antichissime tradizioni contadine i suoi inconfondibili profumi e sapori. Influenzata da una storia secolare che risale già agli albori della cultura italica, comprende nel suo territorio di montagna, boschi, valli, corsi d’acqua, grotte e vestigia storiche La realtà di secoli di storia e la fantasia delle tradizioni culturali si mescolano in un intrigante connubio di profumi e sapori che ...

  • EnoGastronomia

    Abruzzo, il minuscolo cece di Navelli

    Navelli è un piccolo borgo medioevale che domina l’omonima piana, ai piedi del Gran Sasso. Le sue campagne sono famose per la coltivazione dello zafferano dop e per l’inconfondibile colore viola che a ottobre assumono grazie alla fioritura della preziosa spezia. Ma in questa conca naturale, un’altra coltivazione è profondamente radicata nella storia e nella tradizione di Navelli: quella del cece.   IL TERRITORIO Navelli sorge a un’altitudine di 760 ...

  • EnoGastronomia

    Il pecorino di Farindola

    Prodotto sin dai tempi degli antichi Romani nell’area Vestina, conserva ancora un segreto unico in Italia e, forse, nel mondo: viene preparato utilizzando il caglio di maiale che gli conferisce aroma e sapori particolari. Si produce in quantità limitata in una ristretta area del versante orientale del massiccio del Gran Sasso. Il latte appena munto viene filtrato con una tela di lino e fatto cagliare con un estratto naturale di ...

  • Cronaca,  EnoGastronomia

    Enogastronomia in Abruzzo, i prodotti

    Aglio Rosso di Sulmona Una delle varietà più conosciute ed apprezzate di questa pianta erbacea è quella coltivata nella Valle Peligna -Solimo o aglio rosso di Sulmona- per l’elevata qualità dei suoi oli essenziali e la penetrante delicatezza degli aromi. Si tratta di un aglio veramente unico, che non ha riscontro nelle altre due qualità, rosa e bianco, solitamente coltivate in Italia. La pelle esterna, infatti, è bianca, ma quella ...

  • EnoGastronomia

    Prodotti enogastronomici della provincia di Chieti

    Panoramica sui prodotti enogastronomici della provincia di Chieti divisi per tipo e per importanza. Dall’olio al vino cotto dal peperone ai salumi, dalla pasticceria alla tradizione del maiale. L’olio extravergine di oliva La provincia di Chieti, che per quantità è la più olivetata della Regione, produce circa 100.000 q.li di olio di oliva extra vergine. La superficie totale messa a coltura, tra promiscua e specializzata è di 20.000 ha, per ...

  • EnoGastronomia

    La cucina del teramano

    Il prodotto base di molti primi piatti teramani è la “scrippella“. Molto simile alla crêpe francese, si prepara con un composto di farina, uova ed acqua da versare con un mestolo su una padella ben calda, unta con dell’olio o dello strutto. La preparazione classica è quella delle “scrippelle mbusse“, farcite con parmigiano e cannella, arrotolate, e servite mbusse, ossia bagnate, con il brodo di gallina o di maiale, come ...

  • EnoGastronomia

    La cucina tipica della Majella. Sapori da salvare

    Ingredienti semplici, pochi ed essenziali, da piccole coltivazioni familiari, e abitudine al riciclaggio di materie prime. È la cucina della Maiella, cioè del territorio che si estende alla base dell’omonimo massiccio montuoso in Abruzzo. Ci sono i piatti poveri, “lu limàne”, il maiale, i cereali e i legumi con cui fare pasta e ceci e sagne e fagioli. Dalla pastorizia arrivano formaggi e carne (come la “pecora alla càllara”), da ...

  • EnoGastronomia

    L’olio extravergine d’oliva abruzzese

    E’ difficile immaginare la nostra regione senza le piante di ulivo che a migliaia ricoprono le ridenti colline che dal Mar Adriatico salgono man mano verso le alte cime de la Maiella o del Gran Sasso.E’ da millenni infatti che questa coltura, non si sa bene se arrivata dai Greci via mare o dai Romani via terra (Virgilio ne tesse le lodi nella Marsica mentre Ovidio ne attesta la presenza ...



SOCIAL PAGE

SPACE FOR YOU

Pin It on Pinterest

Tutte le immagini contenute in questo sito sono o parte di pubblico dominio o di appartenenza dei rispettivi proprietari. Questo sito non rivendica la proprietà di qualsiasi immagine qui contenuta se non quelle dove espressamente ne è citata la fonte. In caso di problemi, errori o omissioni sul materiale protetto da copyright, la rottura del diritto d’autore non è intenzionale e non è commerciale. Se sei l’artista responsabile di una immagine o il proprietario del copyright di opera presente su questo sito, ti preghiamo di contattare il webmaster per l’immediata rimozione. Potete collegare o includere le immagini ospitate su questo servizio in siti personali, nei forum, nei blog e nelle diverse aste in linea. Possono anche essere linkati banner per la creazione di scambio pubblicitario. Per tutte le informazioni riguardanti banner pubblicitari su questo portale, è possibile visionale la pagina esplicativa a questo indirrizzo