3 letture     Tempo lettura: 7 Minuti

294 Borghi rinascono grazie al PNRR

 

Grazie al PNRR 294 Borghi italiani con meno di 5.000 abitanti hanno ricevuto fondi per progetti di rinascita Culturale, Sociale e Turistica. In questo articolo vi parliamo del Borgo di Canistro (AQ) che stiamo assistendo nella realizzazione del suo ambizioso progetto.
Il Comune è stato infatti uno degli assegnatari del cosiddetto “Bando Borghi” indetto l’anno scorso dal Ministero della Cultura nell’ambito del PNRR

Di Fabio Pasquazi per NetworkDigital360

Canistro è un borgo del XII° secolo che si estende per circa 16 Kmq lungo la Valle Roveto a cavallo tra il Fucino ed il Parco Nazionale d’Abruzzo. I campi da scii di Ovindoli, Campo Felice e Campo Staffi, il Parco Regionale Monti Simbruini e Montecassino, lo rendono crocevia di notevole interesse turistico-naturalistico. Oggi Canistro grazie al PNRR ha una importante opportunità di ripresa.

Attraverso questo importante contributo verranno portati a termine 10 interventi sinergici:

Polo Culturale San Sebastiano – recupero della chiesa sconsacrata, da destinare ad eventi culturali: scuola di formazione, sala convegni, mostre, esposizioni e concertistica
Infopoint Centro di educazione ambientale – riutilizzo di un immobile, già interamente ristrutturato, per essere adibito a centro di informazione turistica e educazione ambientale. Accompagnamento, predisposizione contenuti, comunicazione e tecnologie abilitanti.

InnovationHub per l’ambiente – associato all’evento annuale sulla tecnologia a basso impatto ambientale

Parco Sponga – sistemazione del punto ristoro per accogliere i turisti e realizzazione di un Parco Avventura basato su piattaforme, ponti a pioli, ponti tibetani, teleferiche con carrucole etc

Parco Sportivo Liri – realizzazione di strutture a basso impatto ambientale per consentire lo sfruttamento del fiume per torrentismo e canoa
Parco cicloturistico e trekking “5 fonti” – realizzazione e attrezzaggio sentieri per trekking, bike ecc.

Museo della castagna Roscetta e sentieri tematici – Attrezzaggio a museo di una ex scuola materna, realizzazione di sentieri tematici, campagna di comunicazione in sinergia con gli eventi esistenti (Sagra della Roscetta e Festa dei Sapori d’autunno)
Piano integrato di informazione e diffusione dell’iniziativa
Realizzazione di interventi di contrasto all’esodo demografico e incentivi all’occupazione giovanile e femminile

A chi si rivolge il progetto

Il progetto è teso a creare nuove opportunità per rendere il Borgo maggiormente attrattivo grazie ad un incremento delle proposte turistico, culturali e naturalistiche.

Turisti, di ogni età e livello di conoscenza delle tecnologie, potranno apprezzare lo strettissimo rapporto tra Canistro e la natura attraverso la guida interattiva ad accesso semplificato.

Le persone maggiormente interessate agli aspetti culturali potranno visitare i beni architettonici e grazie a tecnologie come enhanced reality e restored by light viaggiare nel tempo e vedere più che immaginare le vestigie del passato, e grazie al gamification imparare divertendosi.

Gli sportivi amanti della Natura potranno godere degli innumerevoli sentieri attrezzati dal CAI e dei percorsi in Montain Bike sotto la guida di app dedicate. I più coraggiosi, di tutte le età, potranno godere del Parco avventura (all’interno del Parco Sponga), o tentare l’emozione del torrentismo nel fiume Liri.

Per tutti, ma in particolare per le scuole, si realizzerà il Museo della castagna esteso all’aperto con i suoi sentieri dedicati e la fattoria didattica diffusa.

Il contributo del Gruppo Digital360

Digital 360 vede impegnate nel progetto due aziende del gruppo (ICTLABPA e FPA) con cui il Comune di Canistro ha stipulato opportuni accordi di Partenariato Pubblico-Privato.

L’intervento di ICTLABPA è teso a valorizzare il Progetto con soluzioni tecnologiche e contenuti digitali.

ICTLABPA, oltre ad una gestione generale di tutti i progetti digitali previsti, provvederà specificatamente alla digitalizzazione dei contenuti che verranno resi disponibili tramite dei totem innovativi (touchless). La società si occuperà infine di provvedere alla realizzazione di Video promozionali e di Brochure di presentazione creando dei brand specifici per le diverse iniziative previste.

L’intervento di FPA è invece relativo alla realizzazione di iniziative di carattere promozionale. La società ha proposto un “Piano integrato di informazione” in cui è compresa la partecipazione annua all’evento “Forum PA”. Nell’ambito di tale evento il Comune di Canistro avrà tra l’altro la possibilità di promuovere e presentare il proprio progetto di rigenerazione culturale in una manifestazione di respiro nazionale.

Sono inoltre previste delle azioni di comunicazione trasversali atti a promuove il Progetto “Dimensione CRESCITA” in modo continuativo presso le testate locali e nazionali e presso periodici di settore, web radio, emittenti e siti web a diffusione locale.

Tecnologie Utilizzate

L’utilizzo di moderne tecnologie digitali dovrà contribuire a stimolare le permanenze nel borgo cercando di definire percorsi adatti alle specifiche esigenze del turista e soprattutto a favorire lo sviluppo di un turismo lento e sostenibile.

Le soluzioni tecnologiche innovative presenti nel progetto riguardano in particolare Li-Fi, Totem Touchless e Gamification.

Li-Fi (Light Fidelity) rappresenta una delle tecnologie più moderne ed innovative per trasmettere dati in modalità wireless attraverso la modulazione della luce. Verrà utilizzata dalla società ToBe per valorizzare, attraverso un’apposita APP, i sentieri del parco naturale Sponga e i beni culturali (chiesa e museo) presenti a Canistro. To Be è un’azienda leader in Italia nel settore delle trasmissioni dati via luce Li-Fi (o Light Fidelity). Si occupa di sviluppare soluzioni “chiavi in mano” con l’intento di soddisfare la crescente domanda di traffico dati e guidare la transizione verso una connessione veloce, sicura e sostenibile.

Totem Touchless è una soluzione tecnologia sviluppata da ICTLABPA, in collaborazione con la società XTrust, che consente ai visitatori di interagire con i totem presenti nelle sale, semplicemente accostando il dito allo schermo senza toccarlo. Il sistema “touchless” funziona tramite la tecnologia di rilevamento delle gesture, ovvero attraverso il riconoscimento dei movimenti delle mani effettuati dall’utente davanti allo schermo da parte di uno specifico sensore presente sul totem.

Gamification è una metodologia innovativa che si sta fortemente affermando e che utilizza, in ambiti non ricreativi, le tecniche derivate dai giochi on-line. La società Zero Division tramite un sistema di “Gamification” renderà possibile attivare dei percorsi di formazione culturale connessi al gioco cercando di coinvolgere in particolar modo un pubblico giovanile. Il fruitore sarà portato, attraverso il gioco, a cimentarsi su diversi itinerari di apprendimento che potranno andare da tematiche storico-cultuali legate al borgo a tematiche di sensibilizzazione sulla salvaguardia dell’ambiente, sull’ecosostenibilità, sull’agricoltura sostenibile.

L’innovazione alla base della rinascita socio-culturale del Borgo di Canistro

Abbiamo chiesto al Sindaco di Canistro Gianmaria Vitale cosa si aspetti dal progetto Dimensione CRESCITA.

La sua risposta è stata: “Dimensione CRESCITA è la nostra visione della Canistro futura: due paesi, Canistro Inferiore e Superiore, che puntano sulle proprie caratteristiche e sulle diversità, e ne fanno punti di forza. Sport e formazione a Canistro inferiore, storia e cultura a Canistro Superiore, sotto la stella polare dell’innovazione tecnologica. Le nuove tecnologie, infatti, permetteranno una moderna e più immersiva fruizione del territorio. Mi aspetto che grazie agli investimenti pubblici, ci sia un effetto traino per importanti investimenti privati e che quindi si possa finalmente sviluppare quel turismo sostenibile che da decenni si aspetta per il nostro Comune e in generale per la Valle Roveto con ricadute economiche, sociali e demografiche.”

A nostro avviso questo progetto dimostra, ancora una volta, come digitalizzazione e innovazione tecnologica possano fornire la possibilità di apportare un significativo valore aggiunto nei contesti più diversi.

In particolare, nell’ambito di questo progetto, esse sono messe al servizio di un ambizioso programma di rinascita socio-culturale.

Una scommessa che solo tra qualche anno, verificando gli indicatori relativi allo spopolamento, alla ricchezza media del Borgo, sapremo se è stata vinta.

Per ora possiamo dire che le premesse ci sono tutte.

Di Fabio Pasquazi per NetworkDigital360

 

 

HASTAG #abruzzovivo #abruzzovivoborghi #abruzzovivonelmondo #abruzzovivoarcheologia #abruzzovivoarteecultura #abruzzovivoborghi #abruzzovivocronaca #abruzzovivoenogastronomia #abruzzovivoeventi #abruzzovivoluoghiabbandonati #tabruzzovivomistero #abruzzovivonatura #Civitelladeltronto #abruzzovivopersonaggi #abruzzovivophotogallery #abruzzovivoscienza #abruzzovivoscrivevano #abruzzovivostoria #abruzzovivoterremoto #abruzzovivotradizioni #abruzzovivoviaggieturismo #abruzzovivovideo #abruzzovivomarcomaccaroni


  3 letture     Tempo lettura: 7 Minuti




Sostieni Abruzzo Vivo



Sito web interamente dedicato all'Abruzzo



Potrebbe interessarti
Oltre cento eventi nel ̶...
Altino nel cuore dell’...
A Villa Santa Maria nascerà...
Scapoli il piccolo gioiello ...
La salute di animali selvati...
La Pasqua in Abruzzo
La chiave dei trabocchi - Hotel

Autore
Informazioni su Marco Maccaroni 961 articoli
Classe 1956, perito elettronico industriale, ho conseguito attestati riconosciuti per attività su reti cablate LAN presso la IBM Italia. Ho svolto la mia attività lavorativa c/o Roma Capitale sino al 2020. Autore, nel 2014, del sito Abruzzo Vivo.

Lascia il primo commento

Lascia un commento