Utente: Guest      Login  Register  Login

Frida Kahlo BAILANDO A LA VIDA: per la prima volta in Abruzzo

frida-kahlo-bailando-a-la-vida-teatro-musica-flamenco

Frida, è un viaggio nell’intimità tormentata della pittrice, nella lotta con se stessa per la sopravvivenza, per l’accettazione di una vita segnata da una malattia incurabile, dall’amore tormentato per Diego Rivera.

La danza, con musica e canto dal vivo, diventa protagonista, testimone e salvezza di Frida, raccontata dallo stesso regista attraverso la fusione di parole, musica e danza.

Lo spettatore accompagnerà Frida attraverso il suo viaggio catartico, rivivrà momenti della sua esistenza terrena attraverso le parole di Diego, seduto alla sua scrivania e i ricordi saranno plasmati dalla danza di Frida e dalle note dei musicisti.

Con il suo tormento, Frida dichiara Guerra al dolore.

Chitarra e Progetto Musicale: Sergio Varcasia
Voce: Ana Rita Rosarillo
Percussioni: Paolo Monaldi

Evento organizzato dall’Associazione Cultura turismo ambiente Atri in collaborazione con il Comune Atri e il prezioso contributo di KICO CUCINE, AVIS provinciale di Teramo e Comunale Atri e ARAN cucine

Biglietto I e II ordine Euro 15
Biglietto III ordine e Loggione Euro 10

PREVENDITA: Teatro Comunale di Atri
lunedì / domenica 10-12 (chiuso giovedì) Tel. 085.8797120 – 3281953846
ACQUISTA ANCHE ONLINE E NEI PUNTI VENDITA
www.i-ticket.it/eventi/frida-kahlo-2020-teatro-comunale-atri

 



SOSTIENI ABRUZZO VIVO
Il sito web interamente dedicato all'Abruzzo


Autore: Marco Maccaroni

Luoghi poco noti al turismo di massa di impareggiabile bellezza, ricchi di tradizioni, storia e arte. Territori selvaggi e montuosi che digradano in colline fino a raggiungere il mare. Il fascino di villaggi sospesi nel tempo e abbracciati da paesaggi maestosi e unici. Vicoli, viuzze medievali che trasportano in un mondo passato suscitando emozioni uniche. Le spettacolari isole Tremiti incastonate in un mare dalle mille tonalità di blu. Un viaggio in Abruzzo per scoprire la storia, l’arte e la natura di una regione ricca di tesori nascosti

Visualizza tutti gli articoli di Marco Maccaroni

Lascia un commento