"> Vittime del terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009 - ABRUZZO VIVO
Contatto    Newsletter      Utente: Guest    Lost Password

Vittime del terremoto in Abruzzo del 6 aprile 2009

Centro Turistico del Gran Sasso Spa - +39 0862 606143 - +39 0862 400007 - Localit Fonte Cerreto Assergi - L'Aquila, (AQ)



Abruzzo 6 aprile 2009. Io non ridevo

Il Centro – Il 6 aprile si allontana sempre di più, eppure il ricordo delle 309 vittime di quella notte non sbiadisce. Sul nostro memoriale, il monumento “online” a tutte le persone che hanno perso la vita durante il terremoto, continuano ad arrivare messaggi ogni giorno. Ormai abbiamo raggiunto i 2800. Scrivono i parenti, i fidanzati, gli amici, gli ex vicini di casa. Ma non solo. Per molti, il database della memoria è anche l’occasione per salutare una persona che si incrociava per strada tutti i giorni, o che neanche si conosceva. Una prece.


Abdija Nurije Chiarelli Achille Di Cesare Luca Maria Lisi Pasqualina Puliti Andrea
Ajrulai Alena Chiavaroli Giuseppe Di Filippo Rosina Lomarco Walter Luis Rambaldi Ilaria
Alessandri Carmine Cialfi Loris Di Giacobbe Maria Longhi Laura Ranalletta Rossella
Alloggia Silvana Cialone Katia Di Marco Paolo Lopardi Lolli Lidia Ranieri Oreste
Aloisi Anna Ciancarella Elvezia Di Marco Stefania Loretelli Maria Ricci Pierina
Alviani Marco Cicchetti Adalgisa Di Pasquale Alessia Lunari Luca Ricci Suor Lucia-Rosina
Andreassi Irma Cimini Anna Di Pasquale Alessio Magno Ada Romano Carmen
Andreassi Loreto Cimorroni Concetta Di Silvestre Gabriele Marchione Francesca Romano Elvio
Andreassi Maria Antonella Cini Lorenzo Di Simone Alessio Marcotullio Bruno Romano Giustino
Antonacci Giuseppa Cinque Davide Di Stefano Domenica Marcotullio Elide Romualdo Maurizio Rocco
Antonini Genny Cinque Matteo Di Stefano Odolinda Marcotullio Maria Rosa Antonina
Antonini Giusy Ciocca Elena Di Vincenzo Caterina Marotta Carmine Rossi Michela
Antonini Maurizio Ciolli Danilo Donati Delfino Marrone Lina Loreta Rossi Valentina
Antonini Stefano Cirella Chiarina Dottore Corrado Marrone Maria Fina Rotellini Silvana
Antonucci Maria Assunta Ciuffini Dario Elleboro Liliana Marrone Maria Gilda Russo Annamaria
Ascaride Paolo Ciuffini Nadia Enesoiu Adriana Marzolo Giuseppe Sabatini Serenella
Bafile Vittorio Ciuffoletti Fernanda Esposito Andrea Massimino Patrizia Salcuni Martina
Balassone Silvana Cocco Anna Esposito Francesco Mastracci Luana Salvatore Antonio
Basile Anna Colaianni Ada Emma Fabaro Patrizia Mastropietro Luisa Santilli Anna
Bassi Agata Colaianni Antonina Fabi Domenica Mazzarella Anna Santosuosso Marco
Battista Ines Colaianni Daniele Ferella Delia Solidea Mazzeschi Valeria Sbroglia Edvige
Belfatto Angela Colaianni Dora Ferrauto Filippo Micarelli Carlo Scimia Maria
Berardi Achille Colaianni Elisa Fioravanti Claudio Miconi Giuseppe Scipione Serena
Berardini Giovanna Colaiuda Vincenzo Fiorentini Liliana Migliarini Roberto Sebastiani Lorenzo
Bernardi Gaetano Colonna Tonino Fiorenza Elpidio Mignano Maria Civita Semperlotti Maria Grazia
Bernardi Loredana Compagni Giovanni Franco Rosalba Milani Francesca Sferra Ernesto
Bernardi Maria Pia Cora Alessandra Frati Mauran Monti Vicentini Erminda Sidoni Emanuele
Berti Valentina Cora Antonella Fusari Luisa Moscardelli Federica Sidoni Emidio
Bianchi Nicola Corridore Rocco Gasperini Vilma Muntean Silviu Daniel Silvestrone Vittoria
Biasini Giovanni Cosenza Giovanni Germinelli Chiara Muzi Liberio Smargiassi Francesco
Biondi Elisabetta Costantini Luigia Germinelli Giuseppina Muzi Lucilla Spagnoli Assunta
Bobu Darinca Cristiani Armando Germinelli Micaela Nardis Cesira Pietrina Spagnoli Flavia
Bolognese Calvi Angela Cruciano Angela Antonia Germinelli Rosa Natale Maurizio Spagnoli Sandro
Bonanni Anna Bernardina Cupillari Andrea Ghiroceanu Antonio Ioavan Negrini Vincenza Spaziani Claudia
Borrelli Margherita D'amore Osvaldo Ghiroceanu Laurentiu C. Nouzovsky Ondreiy Sponta Aurora
Bortoletti Daniela D'Andrea Vinicio Giallonardo Aurelio Olivieri Francesca Strazzella Michele
Boshti El Sajet D'Antonio Giannina Giannangeli Riccardo Olivieri Francesco Tagliente Vittorio
Bronico Sara D'Ercole Alfredo Giannangeli Salvatore Orlandi Argenis Valentina Tamburro Giuliana
Brunelli Giulio D'Ercole Simona Giannangeli Vincenzo Osmani Valbona Tamburro Marino
Bruno Berardino D'Ignazio Assunta Gioia Piervincenzo Pace Ezio Terzini Enza
Bruno Filippo Maria Dal Brollo Alice Giugno Francesco Pace Flavio Testa Evandro
Brusco Luisa Damiani Giovanna Giugno Luigi Pacini Arianna Testa Ivana
Calvisi Maria De Angelis Jenny Giustiniani Armando Palumbo Suor Anna Tiberio Noemi
Calvitti Massimo De Angelis Lisa Grec Marina Paolucci Maria Gabriella Tomei Paola
Canu Antonica De Felice Alexandro Guercioni Alberto Papola Arturo Troiani Raffaele
Capasso Iolanda De Felice Antonio Hamade Hussein Papola Elena Turco Giuliana
Capuano Luciana De Felice Fabio Hasani Demal Papola Mario Urbano Maria
Carletto Cantalini Lidia De Felice Lorenzo Hasani Refik Parabok Anna Valente Mario
Carli Annamaria De Iulis Luigi Ianni Franca Parisse Domenico Vannucci Matteo
Carli Augusto De La Cruz Corsina Roberta Iavagnilio Michele Parisse Domenico Vasarelli Giuseppina
Carnevale Giulia De Nuntiis Maria Giuseppa Iberis Maria Incoronata Parisse Maria Paola Vasarelli Vittoria
Carosi Claudia De Paolis Anna Maria Innocenzi Piera Passamonti Fabiana Andrea Vecchioni Dante
Carpente Giovannino De Santis Angelina Iovenitti Tommaso Pastorelli Aleandro Verzilli Paolo
Cavagna Marco De Vecchis Panfilo Iovine Carmelina Pastorelli Sonia Visione Daniela
Cellini Luigi De Vecchis Pasquale Italia Giuseppe Persichitti Sara Vittorini Fabrizia
Centi Antonio De Vecchis Sara Koufolias Vassilis Pezzopane Benedetta Zaccagno Armelio
Centi Ludovica Del Beato Maria Laura Lannutti Ivana Pezzopane Iole Zaninotto Sergio
Centi Pizzutilli Rocco Del Beato Marisa Leonetti Maria Pezzopane Susanna Maria Zavarella Roberta
Centofanti Davide Deli Serafina Liberati Vezio Pezzopane Tommaso Zelena Marta
Cepparulo Teresa Della Loggia Lorenzo Liberati Vincenzo Piacentino Ilaria Zingari Guido
Cervo Francesca Di Battista Giuliana Lippi Giovanna Puglisi Paola Zugaro Giuseppina
Chernova Marija Di Battista Martina B. Lippi Giuseppe
Per non dimenticare

Il terremoto

Il terremoto dell'Aquila del 2009 si sviluppò in una serie di eventi sismici, iniziati nel dicembre 2008 e non ancora terminati, con epicentri nell'intera area della città, della conca aquilana e di parte della provincia dell'Aquila. La scossa principale, verificatasi il 6 aprile 2009 alle ore 3.32, ha avuto una magnitudo momento (Mw) pari a 6,3 (5,8 o 5,9 sulla scala della magnitudo locale), con epicentro alle coordinate geografiche 42°20′51.36″N 13°22′48.4″ E ovvero nella zona compresa tra le località di Roio Colle, Genzano e Collefracido, interessando in misura variabile buona parte dell'Italia Centrale. Ad evento concluso il bilancio definitivo è di 309 vittime, oltre 1500 feriti e oltre 10 miliardi di euro di danni stimati.

La scossa della notte del 6 aprile è stata preceduta da una lunga serie di scosse o sciame sismico (foreshocks).

La sequenza si è aperta con una scossa di lieve entità (magnitudo 1,8) il 14 dicembre 2008 e poi è ripresa con maggiore intensità il 16 gennaio 2009 con scosse inferiori a magnitudo 3.0 per poi protrarsi, con intensità e frequenza lentamente ma continuamente crescente, fino all'evento principale.

Inizialmente, oltre alla zona dell'aquilano, è stata interessata, come epicentro dell'attività, anche la zona di Sulmona (17 e 29 marzo 2009, magnitudo 3,7 e 3,9).

La scossa distruttiva si è verificata il 6 aprile 2009 alle 03.32. L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha registrato un sisma di magnitudo momento 6,3 Mw. Secondo la scala di magnitudo locale (la c.d. scala Richter, poco adatta a descrivere sismi di questo tipo) il valore registrato dai sismografi è stato di 5,9 Ml risultando così un sisma di moderata intensità rispetto ai valori massimi reali raggiungibili da tale scala sismica. In termini di scala Mercalli di misurazione dei danni, la stima iniziale dell'INGV è stata dell'VIII/IX grado.

Vi è stata una certa confusione sul valore della magnitudo, sia per l'uso di scale di magnitudo diverse, sia per poca chiarezza nella loro presentazione. Ad esempio, una sezione del sito internet dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) riporta una registrazione di una magnitudo locale 6,2 mentre in altre sezioni è stato presente per circa un anno il dato 5,8 Ml. In realtà il Peak ground acceleration, ovvero il picco massimo di accelerazione al suolo, durante la scossa del 6 aprile, è arrivato fino a 0.68 g, facendo aumentare la magnitudo del sisma fino a 7,2-7,4.

Nelle 48 ore dopo la scossa principale, si sono registrate altre 256 scosse o repliche, delle quali più di 150 nel giorno di martedì 7 aprile, di cui 56 oltre la magnitudo 3,0 Ml. Tre eventi di magnitudo superiore a 5,0 sono avvenuti il 6, il 7 e il 9 aprile. Dall'esame dei segnali della stazione INGV aquilana (AQU, ubicata nei sotterranei del Forte spagnolo), sono state conteggiate oltre 10.000 scosse.

Nei giorni successivi alla scossa principale altri intensi focolai sismici si sono sviluppati a sud-est del capoluogo (Valle dell'Aterno, epicentro Ocre: scosse del 7 e dell'8 aprile 2009 con magnitudo tra 3,0 e 5,6 Mw) e poco più a nord (zona del Gran Sasso, epicentro Campotosto: scosse del 6, 7, 8, 9, 10 e 13 aprile 2009 con magnitudo tra 3,1 e 5,4 Mw). Lo sciame sismico successivo all'evento principale del 6 aprile si sposta dunque in zone limitrofe a nord-ovest della città e in generale della conca aquilana (Pizzoli, Campotosto e Montereale).

Un altro evento di magnitudo 4,7 Mw (4,5 Ml) è avvenuto alle ore 22.58 del 22 giugno, con epicentro vicino all'abitato di Pizzoli, a 11 km dall'Aquila. Nella stessa giornata, e soprattutto nella mattinata immediatamente successiva ci sono state anche numerose scosse minori.

Altre scosse rilevanti si sono verificate il 3 luglio (magnitudo 4,1 Ml alle ore 13:03 con epicentro tra L'Aquila e Pizzoli, preceduta da altri due eventi di magnitudo 3,4 Ml alle ore 03.14 e 3,6 Ml alle ore 11.43), il 12 luglio (magnitudo 4,0 Ml alle ore 10.49 con epicentro tra L'Aquila e Roio Poggio) e il 24 settembre (magnitudo 4,1 Ml alle ore 18:14 con epicentro tra L'Aquila e Pizzoli). Le scosse di assestamento si sono prolungate per circa un anno dall'evento principale e repliche di magnitudo 3 si protraggono tuttora. Ad esempio, il 30 ottobre 2011 ed il 30 ottobre 2012 si sono registrate due scosse entrambe di magnitudo 3.6 Ml.

Nell'anno che ha seguito l'evento del 6 aprile, l'INGV ha dichiarato di aver registrato circa 18.000 terremoti in tutta l'area della città dell'Aquila.


Da quel tristissimo evento sono passati 12 anni, 9 mesi e 19 giorni ad oggi




Tutte le immagini contenute in questo sito sono o parte di pubblico dominio o di appartenenza dei rispettivi proprietari. Questo sito non rivendica la proprietà di qualsiasi immagine qui contenuta se non quelle dove espressamente ne è citata la fonte. In caso di problemi, errori o omissioni sul materiale protetto da copyright, la rottura del diritto d’autore non è intenzionale e non è commerciale. Se sei l’artista responsabile di una immagine o il proprietario del copyright di opera presente su questo sito, ti preghiamo di contattare il webmaster per l’immediata rimozione. Potete collegare o includere le immagini ospitate su questo servizio in siti personali, nei forum, nei blog e nelle diverse aste in linea. Possono anche essere linkati banner per la creazione di scambio pubblicitario. Per tutte le informazioni riguardanti banner pubblicitari su questo portale, è possibile visionale la pagina esplicativa a questo indirizzo. Questo sito web è completamente compatibile con Google Crome