Anche Teramo aderisce all’ora della terra

earth-hour Anche Teramo aderisce all'ora della terra

Il Comune di Teramo partecipa, come già accaduto negli anni passati, alla mobilitazione globale dei cittadini e delle comunità di tutto il Pianeta per la lotta al cambiamento climatico, promossa dal WWF Internazionale: l’Earth Hour – l’Ora della Terra (www.oradellaterra.org).

L’iniziativa quest’anno compie 11 anni e raccoglie sempre più aderenti, pubblici e privati. Si partecipa semplicemente spegnendo le luci di un edificio, di un monumento, di una strada o di una particolare area, per un’ora: dalle ore 20.30 alle 21.30. Ciò determina una ideale “ola” che, interessando via via tutti i fusi orari, attraversa il pianeta, dal Pacifico alle coste atlantiche.
La partecipazione all’iniziativa si fonda sulla semplicità ma nello stesso tempo sulla significatività del gesto: spegnere la luce di un luogo di ogni singolo Comune o anche semplicemente di un appartamento, significa partecipare a un’iniziativa di forte valenza simbolica, un’occasione per rendere esplicita la volontà di unirsi in una sfida globale per contribuire, con un piccolo gesto, a salvaguardare il futuro del pianeta.

In Abruzzo, gli organizzatori quest’anno hanno voluto dare all’iniziativa un significato ulteriore, coniando uno slogan che riassume due esigenze:  “Spegnere le luci per un’ora per salvare il pianeta, spegnere le luci per un’ora per riaccendere l’Abruzzo”​.
Con queste motivazioni il Comune di Teramo, ed in particolare l’assessorato all’Ambiente, ha aderito all’iniziativa e così dalle ore 20,30 alle ore 21,30  di domani, sabato 25 marzo, verranno spente le luci di Piazza Orsini e dell’attiguo Palazzo Comunale.

L’Assessore Municipale Mario Cozzi commenta in tal modo l’adesione: “L’Amministrazione Comunale è lieta di partecipare ad un evento che, nella sua semplice modalità, riesce a sintetizzare idee e propositi di valore universale. Aderiamo all’Ora per la Terra, convinti che anche il nostro contributo possa alimentare sensibilità e presa di consapevolezza. Quest’anno, inoltre, la duplice intenzione espressa dallo slogan del WWF, ci chiama ad un particolare coinvolgimento, rendendoci al tempo stesso protagonisti e destinatari di un gesto tanto denso di significati”.

certastampa.it

Commenta su Facebook