Arte e Cultura,  Eventi

Mostra ‘La Musica degli angeli’ nel quarto anniversario del museo

musica-angeli

Il Polo Museale dell’Abruzzo, diretto da Lucia Arbace, nell’ambito del progetto L’Aquila città d’Arte  è lieta di proporre al MuNDA a L’Aquila giovedì 19 dicembre 2019, un pomeriggio di eventi ad entrata gratuita, legati alla mostra La Musica degli angeli, nel quarto compleanno del museo:

ore 17.30  ultimo  appuntamento del ciclo “Vivi l’arte a L’Aquila”: Il restauro di un badalone ligneo quattrocentesco – dott.ssa  Norma Carnicelli della Carnicelli Dario & figli s.r.l.

Il Badalone è un leggio, in noce massello, alto due metri, usato per  sorreggere i libri liturgici, con due sportelli a tre ripiani interni nei quali venivano conservati i libri liturgici e generalmente posizionato al centro del coro.

ore 18.30 presentazione del catalogo della mostra “La musica degli angeli” a cura di Lucia Arbace, Alessia Di Stefano e Alessandra Giancola. Tandem edizioni

ore 19.00 concerto “Gesù Bambine nasce” Suggestioni e Melodie del Natale Abruzzese a cura dell’Abrvzzo EtnOrchestra ” La figlia di Iorio”   fondata e diretta da Mario Canci.  

Il  nome è tratto dall’incipit di un canto tradizionale di questua natalizia di un  anonimo abruzzese del Seicento raccolto da  Antonio De Nino (1883-1907) a Pratola Peligna e nelle valli aquilane e sulmontine.

Il programma musicale illustra la nascita de “Lu Bambinelle” come la si viveva un tempo negli antichi Abruzzi, esaltando echi sonori  ancora oggi presenti fra le pieghe della musica popolare. Partendo dall’Annuncio a Maria, con le novene portate un tempo casa, case dagli zampognari, per arrivare a descrivere  la scena del presepe e la sua finale epifania, viene raccontata la Natività di Gesù attraverso canti e brani strumentali antichi e di nuovo conio. Pastorali, ninne nanne, orazioni,…sia di tradizione orale che colta, si alternano in emozionanti giochi sonori. Un percorso natalizio fra le Genti d’Abruzzo, con musiche capaci di evocare ancestrali ricordi e di produrre sempre nuove sensazioni. Gli strumenti musicali sono quelli tipici utilizzati nel  territorio: zampogna, piffero, flauti pastorali, chitarra battente, mandolino, organetto diatonico abruzzese “ddù bbotte” e fisarmonica. La voce umana si fa interprete con semplici melodie della più sentita e vera religiosità legata ai riti de “La Sanda Natale“.

 

Partecipano i musicisti:

Mario Canci canto, flauti, piffero, zampogna

Fabio D’Orazio canto, organetto diatonico abruzzese, fisarmonica  

Giuliano Angelozzi canto, chitarra battente, zampogna

Vincenzo Macedone canto, percussioni

 


FACEBOOK COMMENTS



 

Foto del profilo di Facebook

Mi chiamo Marco Maccaroni e sono un appassionato di tecnologia ed innovazione in genere, oltre che della fotografia, del mare, della montagna e della buona cucina. Anche se lontane, le mie origini abruzzesi hanno fatto si che la frequentazione di questi territori, iniziata sin bambino, sviluppasse in me una grande sintonia forte e gioiosa. Nasce in questo modo l'idea di portare sul palcoscenico più grande del pianeta delle pagine interamente dedicate all'Abruzzo, alla sua cultura ma soprattutto alla sua storia ed alle sue origini.

Pin It on Pinterest

Tutte le immagini contenute in questo sito sono o parte di pubblico dominio o di appartenenza dei rispettivi proprietari. Questo sito non rivendica la proprietà di qualsiasi immagine qui contenuta se non quelle dove espressamente ne è citata la fonte. In caso di problemi, errori o omissioni sul materiale protetto da copyright, la rottura del diritto d’autore non è intenzionale e non è commerciale. Se sei l’artista responsabile di una immagine o il proprietario del copyright di opera presente su questo sito, ti preghiamo di contattare il webmaster per l’immediata rimozione. Potete collegare o includere le immagini ospitate su questo servizio in siti personali, nei forum, nei blog e nelle diverse aste in linea. Possono anche essere linkati banner per la creazione di scambio pubblicitario. Per tutte le informazioni riguardanti banner pubblicitari su questo portale, è possibile visionale la pagina esplicativa a questo indirrizzo