49 letture     Tempo lettura: 3 Minuti

All’Aquila la pedalata in ricordo di Alfonsina Strada

L’Aquila. L’associazione FIAB L’Aquila Più Bici in Città propone il giorno mercoledì 22 maggio 2024 ore 14:30 una pedalata in memoria dell’impresa di Alfonsina Strada al Giro d’Italia 1924, che fece tappa all’Aquila, con partenza da Foggia, proprio il 22 maggio

L’evento è aperto a tutti previa registrazione sul sito dell’associazione e ha l’intento di far riemergere la figura di Alfonsina come esempio ante litteram di emancipazione femminile tramite l’impegno sportivo. Il ricordo si inserisce in una serie di iniziative che l’associazione sta intraprendendo sulla figura della ciclista. Nel mese di marzo è stato allestito nella libreria Polarville una vetrina con cimeli e pubblicazioni relativi ai tempi eroici e popolari del ciclismo agonistico, che è stata molto apprezzata dal pubblico.

Nel 2022 l’associazione ha depositato, dietro raccolta firme, una richiesta al Comune dell’Aquila per l’intitolazione di un luogo pubblico (via, piazza, ecc.) ad Alfonsina Strada, anche in previsione della ricorrenza del centenario di quest’anno. L’Ufficio Toponomastica del Comune ha discusso e approvato la richiesta nel 2023 e sta ora andando avanti l’iter per la scelta e l’effettiva intitolazione toponomastica.

Il giorno 22 maggio, alcuni soci percorreranno un anello che dall’Aquila si snoda verso Est, toccando San Demetrio, Caporciano, Bominaco, Opi e altre località. Questo il programma completo: L’AQUILA ritrovo ore 14:30 presso “L’OASI bar&food” S.S. 17 vicino Porta Napoli ore 15:00 partenza per S.S. 5 pista ciclabile– Monticchio – Fossa – San Demetrio Né Vestini – San Nicando – Prata d’Ansidonia – Caporciano – Bominaco – Opi – Stiffe–Villa Sant’Angelo – Sant’Eusanio–Fossa– Monticchio-L’Aquila Porta Napoli (sosta per ricordare l’arrivo della VII tappa del Giro d’Italia 1924
Foggia–Aquila).

Lunghezza: km 50 circa.
Durata: 4/5 ore.

La ciclo pedalata è aperta a qualsiasi tipo di bicicletta. Quota di partecipazione per i non soci FIAB e SD ciclistiche € 5,00. Non sono previsti punti ristoro. Si consiglia di portare con sé un kit per le riparazioni ciclistiche. Abbigliamento adeguato alla stagione, acqua e piccolo snack. Iscrizioni entro martedì 21.05.24 sul sito www.andiamoinbici.it. www.fiablaquila.it. Chiudiamo con la sintesi di una delle interviste che meglio raffigurano il personaggio di Alfonsina: “Sono una donna, è vero. E può darsi che non sia molto estetica e graziosa una donna che corre in bicicletta. Vede come sono ridotta? Non sono mai stata bella; ora sono…un mostro. Ma che dovevo fare? La puttana? Ho un marito al manicomio che devo aiutare; ho una bimba al collegio che mi costa 10 lire al giorno. Ad Aquila avevo raggranellato 500 lire che spedii subito e che mi servirono per mettere a posto tante cose. Ho le gambe buone, i pubblici di tutta Italia (specie le donne e le adri) mi trattano con entusiasmo. Non sono pentita. Ho avuto delle amarezze, qualcuno mi ha schernita; ma io sono soddisfatta e so di avere fatto bene.”

(Alfonsina Strada, intervista al Guerin Sportivo)

 

HASTAG #abruzzovivo #abruzzovivoborghi #abruzzovivonelmondo #abruzzovivoarcheologia #abruzzovivoarteecultura #abruzzovivoborghi #abruzzovivocronaca #abruzzovivoenogastronomia #abruzzovivoeventi #abruzzovivoluoghiabbandonati #tabruzzovivomistero #abruzzovivonatura #Civitelladeltronto #abruzzovivopersonaggi #abruzzovivophotogallery #abruzzovivoscienza #abruzzovivoscrivevano #abruzzovivostoria #abruzzovivoterremoto #abruzzovivotradizioni #abruzzovivoviaggieturismo #abruzzovivovideo #abruzzovivomarcomaccaroni


  49 letture     Tempo lettura: 3 Minuti




Sostieni Abruzzo Vivo



Sito web interamente dedicato all'Abruzzo



Potrebbe interessarti
La Fondazione del Centro Abr...
Premio Paganini. Gibboni, su...
Perdonanza Celestiniana 2023...
Scopri Atri autentica
Presentazione delle rievocaz...
RESTAURO DEL GRANDE DIPINTO ...
Hotel Felicioni - Pineto (TE)

Autore
Informazioni su Marco Maccaroni 975 articoli
Classe 1956, innamorato di questa terra dura ma leale delle sue innevate montagne del suo verde mare sabbioso dei suoi sapori forti ma autentici, autore, nel 2014, del sito web Abruzzo Vivo

Lascia il primo commento

Lascia un commento