Utente: Guest      Login  Register  Login

Il borgo abbandonato di Tavolero

Social

Tavolero è una frazione di Rocca Santa Maria (Teramo). Si trova a m.826 di quota e si affaccia su un canalone lungo il quale scorre il fiume Tordino

Si tratta di una decina di casali del 1700 e del 1800 disposti in modo asimmetrico attorno alla corte e sovrastati da quel che rimane della duecentesca Chiesa di S. Flaviano, fondata su un luogo di culto sicuramente di epoca preromanica; è singolare il suo bel portale in arenaria. Nel 1668 il borgo, che allora si chiamava Taudero, e successivamente anche Tibulario, o Tebulario, o Tivolario fu distrutto e messo a fuoco dalle truppe spagnole impegnate nella repressione del brigantaggio in queste zone.

Un paio di case sono state restaurate utilizzando per lo più la pietra, ma insieme ad essa anche il cemento armato: l’effetto finale è sicuramente gradevole, ma appare perduto il fascino dell’antichità. Della chiesa, un po’ discosta e su un dosso, rimangono in piedi la monumentale facciata ed i muri perimetrali; dai resti giunti fino a noi, la costruzione è riconducibile all’architettura cirstercense del 1200. Più in alto, a circa 1 Km., c’è un minuscolo camposanto con i cancelli divelti, la cappella parzialmente diroccata ed alcune porzioni di muro di recinzione crollate. Tutto lascerebbe pensare a terra sconsacrata, ma una salma ancora vi riposa, occupando uno dei soli due loculi presenti.

La poveretta risulta deceduta nel 1965 a 83 anni. Più in basso del gruppo di case, a circa 500 metri di strada, c’è il centro abitato di Colle. Dall’altra parte del vallone spunta su un pianoro la suggestiva chiesetta di Agnova. Tavolero si raggiunge da Teramo, da cui dista circa 22 Km., percorrendo la S.P. 48 di Bosco Martese; all’altezza dell’abitato di Cona Faiete si gira a sinistra e si percorre una strada in discesa per circa 3 Km., lungo la quale si incontra anche il camposanto, fino a raggiungere il piccolo borgo.

 

  Condividi
Social


Commenta questo articolo su Facebook



Lascia il tuo commento
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments


Autore: Marco Maccaroni

Terra di impareggiabile bellezza, ricca di tradizioni, storia e arte. Territori selvaggi che digradano in colline fino a raggiungere il mare. Vicoli, viuzze medievali che trasportano in un mondo passato suscitando emozioni uniche. Le spettacolari isole Tremiti incastonate in un mare dalle mille tonalità di blu. Un viaggio in Abruzzo per scoprire la storia, l’arte e la natura di una regione ricca di tesori nascosti

Visualizza tutti gli articoli di Marco Maccaroni
Sostieni Abruzzo Vivo

Il sito web interamente dedicato all'Abruzzo


Potrebbe interessarti
Dalla stessa categoria

Hotel Vetta d'Abruzzo